Trump dichiara i principali casi di virus statunitensi in tutto il mondo come “ badge d’onore ”

La riproduzione multimediale non è supportata sul tuo dispositivo

Didascalia dei mediaTrump afferma che gli affari di Covid sono “ distintivo d’onore ”

Il presidente Donald Trump ha affermato che era “un distintivo d’onore” che gli Stati Uniti avessero il maggior numero di infezioni confermate da Covid-19 al mondo.

“Lo considero, in un certo senso, positivo perché significa che i nostri test sono molto migliori”, ha detto alla Casa Bianca.

Gli Stati Uniti hanno 1,5 milioni di casi di coronavirus e quasi 92.000 morti, secondo la Johns Hopkins University.

La Russia è al secondo posto con quasi 300.000 casi confermati.

Che cosa ha detto Trump?

Trump ha ospitato il suo primo incontro di gabinetto lunedì da quando è iniziata l’epidemia negli Stati Uniti.

“A proposito”, ha detto ai giornalisti, “sai quando dici che facciamo affari, è perché abbiamo più test di chiunque altro”.

“Quindi, quando abbiamo molti casi”, ha continuato, “non lo considero una cosa negativa, lo considero in qualche modo positivo perché significa che i nostri test sono molti meglio.”

La riproduzione multimediale non è supportata sul tuo dispositivo

Didascalia dei mediaSei settimane perse quando gli Stati Uniti non riuscirono a controllare il virus

Ha aggiunto: “Quindi lo considero un distintivo d’onore. Davvero, è un distintivo d’onore.

“È un grande tributo ai test e a tutto il lavoro svolto da molti professionisti.”

Secondo i Centri per il controllo delle malattie, un’agenzia federale, gli Stati Uniti hanno effettuato martedì 12,6 milioni di test sul coronavirus.

  • Le cose che gli Stati Uniti avevano ragione

Trump stava rispondendo a una domanda sul fatto che stesse prendendo in considerazione un divieto di viaggio in America Latina, in particolare in Brasile. Il paese ha ora il terzo maggior numero di casi confermati, dopo Stati Uniti e Russia.

Il National Democratic Committee ha criticato le osservazioni del presidente repubblicano, twittando che 1,5 milioni di casi di Covid-19 negli Stati Uniti rappresentavano “un completo fallimento della gestione”.

Il presidente ha ragione?

Sebbene gli Stati Uniti abbiano eseguito più test di volume rispetto a qualsiasi altro paese, non è il primo al mondo pro capite, secondo Our World in Data, una pubblicazione scientifica con sede presso l’Università di Oxford.

La sua carta classifica gli Stati Uniti al 16 ° posto nel mondo in termini di test per 1.000 persone, davanti alla Corea del Sud, ma dietro Islanda, Nuova Zelanda, Russia e Canada.

La scorsa settimana, gli Stati Uniti hanno eseguito tra le 300.000 e le 400.000 prove al giorno, secondo il Covid Tracking Project, uno sforzo guidato da volontari.

Ma sostiene l’Harvard Global Health Institute gli Stati Uniti devono eseguire almeno mezzo milione di test al giorno per riaprire l’economia e rimanere aperti.

Gli Stati Uniti hanno anche riportato il numero più alto di decessi per coronavirus nel mondo, anche se pro capite si colloca all’ottavo posto rispetto a Belgio, Canada e Regno Unito, secondo la Johns Hopkins University.

Le percentuali di screening per i coronavirus americani sono state criticate su entrambi i lati della navata.

In un’audizione al Senato della scorsa settimana, il repubblicano Mitt Romney ha criticato i risultati dei test del paese, dicendo che non era “niente da festeggiare” perché, ha detto, “abbiamo calpestato “acqua a febbraio a marzo”.

Italo V  Lucciano

Italo V  Lucciano

Lucciano è caporedattore del National News Desk di Dico Digital, supervisionando la copertura delle ultime notizie sugli eventi nazionali. Da quando è arrivato a Dico News da Charlotte Observer nel 2018, ha avuto una mano in storie come il disastro petrolifero della BP, la morte di Osama bin Laden, le riprese della scuola di Sandy Hook e le conseguenze di Superstorm Sandy. Vive per le scadenze e le sue due giovani figlie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *