Trump ha sospeso le sanzioni cinesi contro gli uiguri per raggiungere un accordo commerciale

Donald Trump e Xi Jinping fotografati durante una riunione del G20 a Osaka, in GiapponeCopyright dell’immagine
Reuters

Leggenda

I presidenti Trump e Xi si sono incontrati in una riunione del G20 in Giappone l’anno scorso

Il presidente Donald Trump ha dichiarato di non aver punito ulteriormente le autorità cinesi per la detenzione di musulmani nello Xinjiang perché era nel “mezzo di un accordo commerciale”.

Trump ha dichiarato sul sito di Axios che il raggiungimento di un “grosso” accordo significava che non poteva imporre “sanzioni supplementari”.

La Cina ha arrestato circa un milione di uiguri e altri gruppi etnici nei campi dello Xinjiang per indottrinamento e punizione, ma nega di averli maltrattati.

Il problema sorse dopo le accuse in un libro dell’ex assistente di Trump John Bolton.

  • Dieci affermazioni più grandi nel libro di John Bolton
  • John Bolton: Chi è l’uomo dietro le accuse di Trump-Xi?

Bolton ha affermato che a un vertice dell’anno scorso, Trump ha dato il via libera al presidente cinese Xi Jinping per costruire campi nella sua regione occidentale, il leader americano ha detto che era “esattamente la cosa giusta da fare. ” Il signor Trump nega questa accusa.

Che cosa ha detto il signor Trump ad Axios?

Le osservazioni del presidente sono state fatte in un’intervista venerdì scorso, che è stata successivamente pubblicata sul sito web degli Stati Uniti domenica.

Axios ha detto che quando gli è stato chiesto perché ha ritardato l’imposizione di nuove sanzioni ai funzionari del Partito Comunista sulla questione dei campi, ha detto: “Beh, eravamo nel mezzo di un accordo commerciale. maggiore.

“E quando sei nel mezzo di una trattativa e all’improvviso inizi a imporre sanzioni aggiuntive – abbiamo fatto molte cose. Ho imposto delle tariffe alla Cina, che sono molto peggio di tutte sanzioni a cui puoi pensare “. “

Copyright dell’immagine
Reuters

Leggenda

Le accuse di John Bolton nel suo libro infuriarono Donald Trump

In un’aspra guerra commerciale, gli Stati Uniti hanno imposto tariffe per oltre $ 360 miliardi (£ 288 miliardi) in beni cinesi e la Cina ha risposto con tariffe oltre 110 miliardi di dollari in prodotti statunitensi prima della firma di un accordo di “fase uno” a gennaio.

  • Una breve guida alla guerra commerciale cinese-americana

Alla domanda sul perché non abbia usato la legge Global Magnitsky – approvata dal Congresso nel 2016 per affrontare le violazioni dei diritti umani – Trump ha risposto: “Nessuno me ne ha parlato in modo specifico. per quanto riguarda la Cina “.

Axios ha anche fatto pressioni su Trump per le accuse del suo ex consigliere per la sicurezza nazionale Bolton di aver chiesto al presidente Xi di aiutarlo a vincere la rielezione acquistando prodotti agricoli dagli agricoltori americani.

“No, per niente. Quello che ho detto a tutti quelli con cui abbiamo a che fare, non solo al Presidente Xi, voglio che facciano affari con questo Paese. Ciò che è buono per il Paese è buono per me. “

“Ma non sto dicendo” Oh, aiutami con la mia elezione. “Perché dovrei dirlo?”

Di cosa è accusata la Cina nello Xinjiang?

Gli attivisti affermano che la Cina sta cercando di assimilare i gruppi etnici musulmani con la forza, distruggendo la loro cultura e vietando le loro pratiche.

La riproduzione multimediale non è supportata sul tuo dispositivo

Didascalia dei mediaLa BBC visita i campi in cui i musulmani in Cina vedono “pensieri trasformati”

La Cina afferma che i campi nel territorio autonomo sono centri di istruzione professionale che prendono di mira l’estremismo islamico.

Un rapporto pubblicato a marzo indica che decine di migliaia di uiguri sono stati trasferiti dallo Xinjiang per lavorare in fabbriche attraverso la Cina.

I media statali cinesi hanno affermato che qualsiasi trasferimento di lavoro è volontario.

Quali passi ha fatto gli Stati Uniti?

L’amministrazione Trump è stata criticata per non aver preso di mira la Cina in modo più aperto sui diritti umani.

Tuttavia, alcuni elementi del governo hanno criticato pubblicamente il trattamento della Cina nei confronti degli uiguri.

Il Dipartimento di Stato ha denunciato torture e abusi. Insieme al dipartimento del commercio ha imposto sanzioni ai funzionari cinesi nello Xinjiang.

Esistono restrizioni all’importazione per le società cinesi, divieti di visto per determinati funzionari cinesi e divieti per i beni prodotti sotto lavoro forzato, ma nessuna sanzione del Tesoro più severa.

Mercoledì scorso, il presidente ha firmato una legge che autorizza le sanzioni statunitensi contro i funzionari cinesi per lo Xinjiang, ma ha annunciato che avrebbe deciso di usarle.

Avatar

Italo V  Lucciano

Lucciano è caporedattore del National News Desk di Dico Digital, supervisionando la copertura delle ultime notizie sugli eventi nazionali. Da quando è arrivato a Dico News da Charlotte Observer nel 2018, ha avuto una mano in storie come il disastro petrolifero della BP, la morte di Osama bin Laden, le riprese della scuola di Sandy Hook e le conseguenze di Superstorm Sandy. Vive per le scadenze e le sue due giovani figlie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *