Twitch: gli streamer chiedono il blackout per riconoscere le vittime di abusi sessuali e razziali

Logo TwitchCopyright dell’immagine
Getty Images

#Twitchblackout è di tendenza oggi mentre gli streamer di tutto il mondo chiedono alle persone di saltare il sito per un giorno.

Chiedono un divieto perché pensano che il sito di streaming possa fare di più per riconoscere le vittime di abusi sessuali e razziali.

Dozzine di donne hanno recentemente riferito di essere state aggredite sessualmente da persone nel settore dei videogiochi.

Twitch afferma che prende sul serio le accuse di molestie sessuali.

Gli streamer sostengono che Twitch non ha agito abbastanza rapidamente quando ci sono state denunce di aggressioni sessuali contro alcuni dei suoi creatori di contenuti.

Alcuni credono anche che il sito fosse troppo indulgente quando altri furono accusati di usare un linguaggio razzista o omofobo.

Incoraggiare le persone a rimanere fuori dalla piattaforma per un giorno potrebbe privare Twitch di spettatori e entrate.

Coloro che supportano l’interruzione ritengono che ciò causerà Twitch a prendere più seriamente questi problemi poiché ritengono che il sito non abbia detto abbastanza delle loro preoccupazioni.

Dopo numerose accuse di molestie sessuali l’industria del gioco è stata segnalata, Twitch ha pubblicato per dire che sta indagando attivamente sui casi relativi ai loro streamer affiliati.

Ha anche elogiato il coraggio delle donne che hanno parlato.

Il CEO di Emmet Shear ha inviato un’email interna dicendo che prevede di vietare gli account in base al loro comportamento storico.

Ha anche detto che voleva che Twitch diventasse il posto più sicuro per creare contenuti su Internet.

Le chiamate per un blackout non sono state universalmente supportate.

Alcuni autori di contenuti affermano che non trasmettere in streaming per un giorno è controproducente.

Dicono che è un’occasione persa per discutere di problemi di molestie, consenso e razzismo con le loro comunità.

Alcuni creatori di contenuti hanno contattato Newsbeat per dire che sono preoccupati che la campagna possa essere affrettata e che, quindi, molti streamer continueranno come al solito oggi.

Per molti di quelli che seguono l’interruzione, la speranza è che questo sia l’inizio di una discussione molto più ampia sul comportamento delle persone su Twitch e nel settore dei giochi.

Segui Newsbeat su Instagram, Facebook, cinguettio e Youtube.

Ascolta Newsbeat vivere alle 12:45 e alle 17:45 nei giorni feriali – oppure ascolta di nuovo qua.

Avatar

Elario Necci

Accardi è un produttore digitale di Dico News con sede in Italia. Copre le ultime notizie e scrive sulla regione di Itlay, con particolare attenzione ai diritti umani. Prima di entrare a far parte di Dico News nel 2018, Accardi è stato redattore e scrittore presso TEME e produttore di video per i media in esilio in Myanmar.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *