Uber lancia 600 persone in India a causa della pandemia di coronavirus

La società di grandine ha annunciato martedì che sta tagliando 600 posti di lavoro in India, circa il 25% della sua forza lavoro nel paese.

Le persone che lavorano nell’assistenza alla guida e alla guida, così come in altre funzioni, saranno interessate.

Il presidente Uber per India e Asia del Sud, Pradeep Parameswaran, si è scusato con il personale uscente e l’ha definita una giornata triste per la compagnia. Ha aggiunto che Uber fornirà 10 settimane di stipendio e sei mesi di assicurazione medica al personale interessato.

I tagli fanno parte dell’ultimo giro di tagli di lavoro che Uber anno Domini la settimana scorsa. La società sta tagliando un totale di 6.700 posti di lavoro mentre è alle prese con la pressione della pandemia globale sul suo core business.

In India, Uber ha ripreso i servizi di grandine in 50 città all’inizio di questo mese, ma gran parte del paese rimane bloccato.

L’India è un mercato chiave per Uber in Asia. La compagnia aveva precedentemente venduto la maggior parte delle sue attività di noleggio in Asia al rivale cinese DiDi e Singapore’s Grab. Funziona ancora in luoghi come il Giappone, Hong Kong e Taiwan.
Uber rivaleggia con il rivale indiano Ola, che la scorsa settimana ha licenziato 1.400 lavoratori, citando la “distruzione economica e sociale senza precedenti della pandemia”.

All’inizio di quest’anno, Uber ha propagandato la sua attività in crescita in India con una presentazione da parte degli investitori, affermando che è stata la prima società di grandine del paese con una quota di mercato superiore al 50%. Uber e Ola sono supportati dal gigante della tecnologia SoftBank.

Adelmio C  Calabrese

Adelmio C  Calabrese

Adelmio ha recensito gadget per oltre 5 anni e ha iniziato la sua carriera rivedendo smartphone. Ha iniziato a recensire gli smartwatch quando Android Wear era una cosa e continua a rivedere i dispositivi indossabili per il fitness. Un audiofilo, ogni tanto rivede anche i prodotti audio. Mentre rivedere gli smartphone lo tiene impegnato durante la settimana, ama distendersi facendo lunghi viaggi durante i fine settimana. Un completo benzinaio che ama la tecnologia e può parlare di bhp e GHz per tutto il giorno. È un amante della tecnologia e anche un grande giornalista di Breaking.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *