Ucraina: cani venduti all’asta per pagare i debiti dei proprietari

Copyright dell’immagine
SETAM

Leggenda

Questo cane è stato messo all’asta con un prezzo di partenza di 75 grivna (£ 2,30; € 2,50)

I cani purosangue che sono stati confiscati per ordine di un tribunale ucraino per pagare i debiti dei loro proprietari sono stati messi all’asta online.

L’asta, evidenziata da un parlamentare dell’opposizione, ha suscitato critiche.

Molti inizialmente pensarono che fosse uno scherzo quando due cani furono messi all’asta su un sito online di proprietà statale per proprietà confiscate.

Ma divenne presto evidente che i cani erano reali. Uno non è stato ancora venduto, ma l’altro ha un potenziale acquirente.

Il deputato dell’opposizione Mykhailo Volynets ha pubblicato screenshot dei due cani d’élite, lamentandosi del fatto che fossero usati come valuta. Il prezzo di partenza per uno, un cane da pastore, era di € 44 (£ 40; $ 48), l’altro molto meno.

C’è stato un oltraggio sui social media e un deputato dell’opposizione, Oleksiy Honcharenko, ha affermato che gli ufficiali giudiziari non dovrebbero impadronirsi di cani innocenti.

  • Protesta pubblica per i consigli di MP di vendere cani per pagare le bollette
  • Perché il sogno dei fumetti di trasformare il paese potrebbe essere finito

“Dobbiamo davvero confiscare gli animali domestici dai loro proprietari”, ha detto il ministro della giustizia Denis Malyuska alla BBC ucraina. “Anche se presi a causa dell’insolvenza dei loro ex proprietari, spesso risulta che funziona meglio quando gli animali domestici sono stati maltrattati”.

La vita quotidiana di molti ucraini è costosa, poiché le pensioni non possono tenere il passo con il forte aumento delle bollette del gas negli ultimi anni. All’inizio di quest’anno, un membro del partito al potere del presidente Volodymyr Zelensky si è scusato dopo aver consigliato a un pensionato in difficoltà di vendere il suo cane.

Copyright dell’immagine
Ministero della giustizia ucraino

Leggenda

Denis Malyuska afferma che molti animali domestici sono stati confiscati per il loro bene

Pagare i debiti di un proprietario è solo uno dei motivi per cui i cani sono stati confiscati, ha detto Malyuska. Alcuni cani sono stati rimossi se hanno morso persone per strada o perché un tribunale ha deciso che dovrebbero essere dati a un altro proprietario per una migliore assistenza.

Gli animali confiscati venivano spesso acquistati dal proprietario o dai loro parenti per una somma nominale, ha affermato il ministro.

Malyuska ha suggerito di terminare l’asta di cani online, aggiungendo che avrebbe acquistato lui stesso uno dei cani confiscati.

Italo V  Lucciano

Italo V  Lucciano

Lucciano è caporedattore del National News Desk di Dico Digital, supervisionando la copertura delle ultime notizie sugli eventi nazionali. Da quando è arrivato a Dico News da Charlotte Observer nel 2018, ha avuto una mano in storie come il disastro petrolifero della BP, la morte di Osama bin Laden, le riprese della scuola di Sandy Hook e le conseguenze di Superstorm Sandy. Vive per le scadenze e le sue due giovani figlie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *