Ultimate Knockout eclissa GTA 5 su Steam, grande successo anche su PC – Multiplayer.it

Fall Guys: Ultimate Knockout l’ha speso GTA 5 suoi Vapore, per un totale di 124.772 giocatori contemporanei leader contro i 116.862 del titolo Rockstar Games.

Si conferma quindi il clamoroso successo di Fall Guys: Ultimate Knockout, con 1,5 milioni di giocatori nelle prime 24 ore, probabilmente compreso PS4, dove il gioco può essere scaricato gratuitamente se hai un abbonamento a PlayStation Plus.

Sorprendentemente, originale e colorato battaglia reale Ora punta ai tre mostri sacri nella classifica di Steam, ovvero Counter-Strike: Global Offensive, Dota 2 e PlayerUnknown’s Battlegrounds: c’è ancora molta strada da fare, ma l’inizio è promettente.

Come notato nella nostra recensione di Fall Guys: Ultimate Knockout, siamo di fronte a un’esperienza estremamente immediata e divertente, in grado di coinvolgere fino a sessanta giocatori in partite completamente folli.

Supera ostacoli bizzarri, supera i tuoi avversari disperati e padroneggia le rigide leggi della fisica mentre combatti per la gloria. Dì addio alla tua dignità e preparati ad accettare audaci fallimenti nella tua ascesa al trionfo finale!

Avatar

Regina D  Dellucci

Regina D è un'ancora premiata e corrispondente per Dico News. Si reca regolarmente in campo per ancorare e riferire su importanti notizie di attualità tra cui proteste, attacchi terroristici, test sulle armi. Per Dico News, ha anche ospitato spettacoli sulla tecnologia, mentre conduceva interviste approfondite con alcuni dei pensatori più innovativi del mondo. Con sede in Italia da due decenni, Regina mantiene un focus su come gli sviluppi in Italia stanno cambiando radicalmente il mondo per tutti noi. Regina è rimasta impegnata a riferire sul paese. Ha anche contribuito al lancio di On Italy, la prima serie regolare di Dico incentrata sul paese. Nel 2018, Regina ha assegnato il premio Best News o Current Affairs Presenter Awards. È stata anche riconosciuta più volte agli Europian Television Awards e dalla Royal Television Society.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *