Vaccino Spallanzani, basato sulla sperimentazione umana 24/8

“Le prime dosi del vaccino interamente realizzato in Italia sono arrivate a Spallanzani, ora pronte per la fase di sperimentazione umana – annuncia il governatore del Lazio Nicola Zingaretti in un post su Facebook – l’iniziativa è finanziata dalla Regione Lazio con un investimento di 5 milioni di euro con il Ministero della Ricerca ”. Dal 24 agosto, spiega Alessio D’Amato, consigliere sanitario regionale del Lazio, “il vaccino verrà somministrato a 90 volontari”.

in riproduzione ….

Già venerdì mattina hanno squillato i telefoni del centralino del National Institute of Infectious Diseases Lazzaro Spallanzani. Gli operatori invitano il pubblico a prenotare via e-mail all’indirizzo [email protected]

L’istituto si occuperà di contattare le parti interessate. Infatti, si cercano volontari sani, “di entrambi i sessi e di età compresa tra 18 e 55 anni, o tra 65 e 85 anni, iscritti al servizio sanitario nazionale”. Per partecipare alla sperimentazione, è essenziale “non aver partecipato ad altri studi clinici nell’ultimo anno” e non aver contratto la covide.

L’impegno è di sottoporsi a una prima visita per valutare lo stato di salute e, se ammissibile, “a otto visite aggiuntive nei prossimi sette mesi”. Ogni visita dura circa 30 minuti e il giorno della vaccinazione, Spallanzani deve essere osservato per quattro ore.

“Per l’impegno – precisano all’Istituto per le malattie infettive – viene fornita un’assegnazione secondo la legislazione in vigore”. Le risposte alle domande più frequenti saranno presto pubblicate sul sito web dell’Istituto a beneficio di coloro che aspirano a partecipare alla sperimentazione.

Avatar

Abramo Montalti

"Esperto di viaggi professionale. Risolutore di problemi. Lettore. Cibo maledetto. Difficoltà. Imprenditore. Amante della televisione. Esploratore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *